Konnakkol

Il ritmo secondo la tradizione indiana

con Omar Cecchi

Che cos’è il konnakkol

Il Konnakkol è una tradizionale forma di arte ritmica vocale, originaria dell’India del Sud e ritenuta da molti studiosi la più complessa ed elaborata concezione ritmica al mondo.
Esso consiste nella recitazione di sillabe percussive unita alla scansione del Tāla (spazio ritmico) con precisi movimenti delle mani. Le sillabe sono articolate in parole (Solkattu) e frasi e organizzate in strutture più ampie.
I benefici e le applicazioni di questa arte millenaria sono molteplici e vanno ben al di là dell’aspetto puramente musicale. Studiare Konnakkol ha effetti benefici sul piano fisico, psicologico e spirituale. Per questo, in India è impiegato anche per finalità meditative e terapeutiche.

Perché studiare konnakkol ?

Permette di interiorizzare il senso della pulsazione, delle suddivisioni, delle frasi e dei raggruppamenti in modo naturale e divertente e costituisce un approccio molto intuitivo e naturale ad aspetti ritmici altrimenti estremamente complessi. Tramite un percorso progressivo, si svilupperanno la propria consapevolezza ritmica, la precisione, la coordinazione, la musicalità e la dizione. La sicurezza ritmica che ne risulterà sarà a beneficio di una migliore e più cosciente esecuzione musicale, permettendo poi di improvvisare
Il lavoro su di sé che il Konnakkol permette di fare è una straordinaria opportunità di affinare il proprio senso cinestesico, ottenendo globali effetti benefici sul proprio essere.

Cosa si studia ?

Nelle lezioni saranno studiate e analizzate composizioni tradizionali nei più comuni Tāla in uso nella musica carnatica.
Nel caso di studenti musicisti, saranno proposte applicazioni sullo strumento, in esercizi tecnici, nella creazione musicale e nel repertorio. Naturale risulterà lo sviluppo di scomposizioni, gruppi irregolari, poliritmie e polimetrie.
Verranno analizzati spartiti e partiture secondo i concetti ritmici studiati, sempre confrontando la tradizione indiana con quella occidentale.
Il respiro, la voce e il corpo ritroveranno il loro naturale posto nella esecuzione; l’approccio allo strumento sarà meno meccanico e più consapevole; il nostro intero essere ne beneficerà.

Omar Cecchi è discepolo di Vidwan B.R. Somashekar Jois (India) e portavoce in Italia della World Konnakkol Academy.
È docente di Konnakkol, batteria e percussioni a Pistoia.

https://www.facebook.com/konnakkol.italia/
https://www.konnakkol.it

Per informazioni: